sabato 27 marzo 2010

Un pò di ordine...

Oggi giornata libera ( peccato che domattina mi tocca lavorare e pure con l'ora legale, già ho rimesso tutte le sveglie per paura di fare tardi).
Il consorte è partito per Bologna e il figlio fuori con gli amici ....La casa riposa e con essa la mia mente. Non è che io non ami la mia famiglia , ma per la miseria ... mi mandano fuori di testa! Ho approffittato quindi per mettere in ordine tutte le mie scatole di latta. L'avevo già detto che le adoro? Quelle che vedete è solo una minima parte, altre ce l'ho imboscate nel garage, fuori dalla visione del consorte. Ehm...un giorno dovrò approfondire anche questa mania. Alcune sono di biscotti o caramelle , altre scovate nei mercatini...






... mi ha fatto filo anche la scatolina con la candeletta che si scioglie e profuma l'ambiente. L'ho pulita per benino e ho pensato che era carina da utilizzare come portaspilli, dentro c'è una calamita e...






...Ta-da rimangono attaccati e non si perdono qua e la.

Vi auguro una buona domenica xoxo
giovedì 25 marzo 2010

L'albero pasquale.

Oggi mi arrivato questo bellissimo biglietto pasquale con gli auguri dalla mia carissima cugina che vive nell'Ohio. E' bastato questo e una giornata decisamente più primaverile per farmi riacquistare un pò di posività e voglia di fare...


...e finalmente ho addobbato l'albero di Pasqua.
mercoledì 24 marzo 2010

E' primavera...


... cosi' dice il calendario . Questo tempo grigio, fermo e afoso mi deprime . Neanche aver acquistato questa shopping bag tutta matrioske che tanto mi piace è servito a tirarmi su il morale... Ho voglia di sole e cielo azzurro.
sabato 13 marzo 2010

Profumo di pane

Ora mi è presa la fissa di fare il pane...Cosa sarebbe la vita senza youtube!!! si, perchè non avendo la più pallida idea di dove incominciare sono andata a vedere li.


Ed eccola la mia pagnottella, calda calda e per la casa un buon profumo di pane...

(Impasto fatto a mano e cotto nel forno di casa)






...peccato che io non ne ho assaggiato nemmeno un pezzetto, stasera quando sono tornata dal lavoro, non ce n'era neanche un pò, sparito, volatilizzato. Da ciò ho dedotto che doveva essere proprio buono... e meno male che mentre ero presa dall'impasto, alla domanda del consorte : "Cosa stai combinando?"


Quando ho risposto :" Voglio fare il pane "


Ha fatto un 'espressione tra lo scettico e l'ironico come a dire: " Si, meglio, il pane." Giuro ci avrei messo pure lui nel forno!



...ora resa baldanzosa dal successo ho fatto un'altro impasto, voglio provare a fare il pane "cafone" e quindi va lasciato lievitare per almeno 20 ore, chiuso ermeticamente. Inutile dire che ho lasciato un post-it con scritto NON APRIRE , perchè con il Consorte & Figlio c'è da fare, come si dice Curiosity killed the cat.

Rimando a domani per infornare e vedere cosa ho combinato ...





A tutte un felice weekend.

mercoledì 10 marzo 2010

Felicità è...

...Ricevere un regalo inatteso. Guardate un pò cosa mi ha portato una ragazza, ieri al lavoro...


...un gomitolo di lana autorigante per fare delle calze e una piccola matrioska di fimo...



...eccola da vicino, ma non è adorabile?!!!



Certo , si sa, lavorare al pubblico ci vuole tanta pazienza, ci sono molte persone arroganti e maleducate , ma per fortuna tante, veramente carine che con la loro gentilezza ti ripagano per tutte le volte che torni a casa " fusa".



Felice Giornata xoxo
domenica 7 marzo 2010

Ce l'ho fatta...

Domenica pomeriggio, tappati in casa perchè fuori tira un vento siberiano. Ma mercoledi' il termometro non segnava 20°?! Boh...forse l'ho sognato. E allora cosa c'è di meglio che darsi allo sferruzzamento e finire i mille lavori avviati...




Di solito non amo vantarmi. Però questa volta sono oltremodo soddisfatta e perdinci consentitemi di dire: Ma come sono stata brava!!! Finite le calze lavorate con due ferri circolari dalla punta in giù e con i talloni a ferri accorciati...







...il risultato è che sono esattamente uguali e con una vestibilità perfetta, ma ciò che più mi piace è che a fine lavoro sono pronte da indossare...





...però prima di abbandonare i quattro ferri devo finire il compagno della calza iniziata tempo fa, che giace sola e sconsolata nella cesta dei lavori. Ma non ti preoccupare piccolina perchè sarai l'ultima...d'ora in poi, mai più calze scompagnate...


martedì 2 marzo 2010

Two together...


Due è meglio di uno...Eccomi qui a mostarvi come procedono le calze toe-up lavorate insieme. E direi molto bene, solo un attimo di confusione prima di capire il funzionamento. Lavorare due calze insieme è un ottimo metodo per ovviare la Second Sock Syndrome ( sindrome del secondo calzino) e poi vengono perfettamente uguali e una volta finito il lavoro, le calze sono pronte da indossare.




Per non parlare dei miei nuovi addi turbo... MERAVIGLIOSI!!! E mi piacciono cosi' tanto che ho fatto un'altro ordine, questa volta i Lace addi con le punte più appuntite e i knitpro novametal componibili. Di proposito ho scelto due marche diverse, perchè quando si lavora con due ferri circolari è consigliabile che siano di diverso colore cosi' non ci si sbaglia su quale ferro lavorare. Già non sto nella pelle... non vedo l'ora di avere i nuovi gioiellini tra le mani.




Related Posts with Thumbnails
 

Blog Template by YummyLolly.com