giovedì 27 maggio 2010

Non ho resistito...

Sabato pomeriggio avendo da fare una commissione con mia madre in centro , arriviamo in una piazza e li' , tante bancarelle d'antiquariato e non...Fermi tutti!!! Si va subito a dare un' occhiata. Risultato, mi son portata a casa i tre oggetti fotografati sopra: un metro di legno piccolissimo, quanti anni era che non ne vedevo uno?! Aprilettere in ottone ( commento del consorte & figlio : Pacchianata inaudita! E chi se ne importa, lo desideravo da tempo, non sopporto le buste delle lettere tutte strappate, mi danno ai nervi) e infine molletta per le zollette di zucchero di sheffield, acquistata da una deliziosa signora inglese, essendo le più costose me le ha gentilmente pagate la mamma. Grazie mamma , mi sa che dovremmo uscire più spesso insieme...

3 commenti:

Silvia ha detto...

Gli uomini non capiscono un fico secco! Mi piace molto la molletta porta zollette...e anche la foto, rende molto. Silvia

Marigio ha detto...

@Silvia: Hai centrato in pieno il "nocciolo" della questione! Grazie per la solidarietà.

Eleonora ha detto...

Ehehe, anche a me dà sui nervi aprire la scrivania e vedere tutte le buste di banca, bollette etc. conservate con tutta la carta strappata. Aaah, come le butterei subito tutte. Mi vengono in mente certi film, dove eleganti signorine di una volta prendono il tè mettendo zollette di zucchero prese da vasetti in ceramiche con cucchiaini d'argento... e nel frattempo, con delicatezza, aprono la lettera dell'amato col coltellino. :)

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails
 

Blog Template by YummyLolly.com